Bar

Testo di Spiro Scimone, Regia Valerio Binasco, con Spiro Scimone e Francesco Sframeli.
"Bar" Un palcoscenico quasi spoglio, con alcuni oggetti a suggerire il retro di un bar. Due attori vestiti di grigio che si scambiano battute d'impianto dialettale siciliano. Uno un giocatore d'azzardo di mezza tacca, l'atro il garzone del bar che sogna di diventare banconiere. Sogni di "stangate" a danni di malavitosi di rispetto, un delitto commesso pi per rabbia che per progetto, la vendetta che li aspetta, paziente e inesorabile, dietro la porta. "Bar" un bel testo, misurato nell'esecuzione ed affidato alle voci esperte di Francesco Sframeli e Spiro Scimone, che anche autore del testo. Un teatro apparentemente minimo, ricco di riferimenti colti - Beckett, Pinter, Mamet - che la regia di Valerio Binasco asciuga sino all'essenziale, costruendo un piccolo gioiello in bilico fra ironia e rabbia, malinconia e sarcasmo.

 

 

Globale