Sette spose per sette fratelli

Testo: e musiche: Lawrence Kasha, David Landay, Johnny Mercer, Gene De Paul; adattamento e regia: Saverio Marconi; scene: Aldo De Lorenzo; costumi: Zaira de Vincentiis; coreografie: Fabrizio Angelici; direzione musicale: Giovanni Maria Lori; interpreti: Raffaele Paganini, Chiara Noschese.
"Sette spose per sette fratelli" nasce, come commedia musicale, nel 1978 ed tratto dal film diretto da Stanley Donen nel 1954, uno dei maggiori successi del genere. Un'origine abbastanza diversa da quella tradizionale che vuole il film procedere dallo spettacolo teatrale e non viceversa. La Compagnia della Rancia, specializzata in questo genere di spettacoli propone una versione molto rispettosa della tradizione. Chiara Noschese e Raffaele Paganini danno il meglio, a livello di canto e danza, per costruire uno spettacolo piacevole e molto professionale. Purtroppo scenografie e costumi non sono all'altezza del loro impegno e scadono pesantemente nel ridicolo. Altro elemento negativo la brutta abitudine di tradurre i testi delle canzoni, ma questo un discorso che ci porterebbe troppo lontano.

 

Globale